Marcello Piras su musica e deep state, dai Beatles a Lady Gaga | InContri [S1E1]


“La musica è un affare di stato”. Il prof. Piras sugli intrecci tra il potere e le pop/rock star: spie, omicidi, pedofilia, condizionamento delle masse.

Marcello Piras è un musicologo noto nel mondo per i suoi studi sulla storia del jazz e delle musiche nere.

Lettura consigliata: Nel cuore oscuro del sogno hippie. Spie, assassini e rockstar nella Hollywood degli anni ’60 di David McGowan

[Registrato il 12/4/2022]

COMMENTACommenta COMMENTA

8 commenti su “Marcello Piras su musica e deep state, dai Beatles a Lady Gaga | InContri [S1E1]”

  1. Era una cosa che intimamente immaginavo già, così come immaginavo che la diffusione delle droghe pesanti fosse ” agevolata” per avere intere generazioni di disinteressati…. Ma sapere che Jim ( insieme a altri) era probabilmente solo una pedina di una gigantesca manovra dei poteri occulti fa male comunque

    1. Interessante, peccato che la discussione si discosti molto presto dal rapporto tra musica, deep state e controllo delle masse.

  2. Finalmente una divulgazione di cose su cui la maggioranza preferisce non salere.
    Prof. Piras, a quando una prosecuzione dell’intervista? Magari ci dice che ne pensa della morte di Albert Ayler?!

  3. Si però come sigla potevate metterci un brano di buon jazz, non una base ridicola da karaoke…occhio a questi dettagli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.